Facebook e DataSift insieme per la gioia degli inserzionisti

Data firehouse, questi sconosciuti. Per ora in pochi tra Regno Unito e Usa, ma Facebook promette di estendere questa novità al resto del mondo, potranno usufruire del flusso dei dati che derivano dai social network che permetteranno di analizzare le preferenze, per carpire  gusti e tendenze, in poche parole per conoscere ciò che piace realmente  agli utenti. Così Zuckerberg, in collaborazione con DataSift, offrirà agli inserzionisti dati precisi per una pubblicità mirata grazie a un’analisi basata sui like, gli aggiornamenti di stato e i commenti elaborati per diventare informazioni utili per chi investe su Facebook attraverso le pagine social.

Immediata la reazione di chi si preoccupa di un ulteriore invasione nel campo della privacy degli utenti, ma da Menlo Park fanno sapere che le informazioni personali degli utenti saranno assolutamente protette. DataSift, che si occupa di monitorare le “chiacchiere” sui social riceverà in forma anonima i dati su cui sviluppare i topic data che forniranno gli elementi base per le informazioni fondamentali per intercettare il gusto del popolo di Facebook.  Di cosa parlano gli utenti di Facebook? Gli esperti di marketing avranno a breve una risposta.

Articoli Correlati