Pubblicità comparativa, gli U.S.A. fanno scuola

Se si pensa alla pubblicità comparativa in Italia, si immaginano semplici spot che confrontano due o più brand di un analogo prodotto, evidenziando gli oggettivi vantaggi dell’uno rispetto ai concorrenti evitando, come da normativa, di generare confusione tra i professionisti, e non causando discredito per i concorrenti.
Il risultato finale, per l’utente, non può che essere estremamente noioso.
Ma negli Stati Uniti, le cose sono ben diverse. Da anni Pepsi attacca Coca Cola con spot comparativi degni di questo nome, facendo il giro del mondo anche grazie ad internet e Youtube.
Di seguito vi proponiamo una piccola serie di questi spot. Buona visione! 

Articoli Correlati